Resource/itinerari/capestrano.jpg

Il Tratturo Magno e la Via dello Zafferano

Direzione: Pescara, S.S. 17 | Durata: da 1/2 giornata a 1 giornata

S. Maria dei Centorelli e S.Maria delle Grazie

S. Maria dei Centorelli (XVI Secolo), posta sull\'antico tratturo (porticato per la sosta delle greggi e pozzo per l\'abbeverata). Sulla sinistra della s.s. 17 dopo aver superato S. Pio delle Camere (25 Km circa da L\'Aquila), S. Maria delle Grazie, chiesa campestre cinquecentesca, costruito per riparo e conforto delle greggi transumanti ai piedi del paese di Civitaretenga, circa 3 Km più avanti della precedente chiesa.

Navelli

Qualche Km più avanti sulla S.S. 17, borgo medioevale con eleganti palazzi loggiati, domina la Piana di Navelli famosa nel mondo per la produzione di zafferano di alta qualità.

Capestrano

Da Navelli si percorre la vecchia S.S. 17 per 7 Km. Il paese è noto per il ritrovamento nel 1934 della celebre statua picena conosciuta come il Guerriero di Capestrano (Museo Archeologico di Chieti). Antico feudo mediceo e prima ancora degli Aragonesi e dei Riccolomini. Castello Piccolomini, parrocchiale settecentesca e convento di S. Giovanni a 2 Km dal paese. Fuori dal paese, a valle, quasi al ricongiungimento con la nuova S.S. 17, sulle rive del fiume Tirino solitaria e bella si trova la chiesa S. Pietro ad Oratorium, eretta dai Longobardi e trasformata nel XII sec. Enigmatica scritta sul portale.